Odessa (Ucraina): cosa vedere

Teatro dell'opera - Odessa
Teatro dell'opera - Odessa
Odessa (Ucraina): cosa vedere cipali monumenti e luoghi di interesse, tra cui Piazza del Mercato con i suoi palazzi, Municipio, Cattedrale e vari musei. Informazioni turistiche Lviv, in italiano Leopoli, è una

Cosa vedere Odessa, itinerario comprendente i principali monumenti e luoghi di interesse di questa città dalla storia antica, situata sulla costa occidentale del golfo Omon sul Mar Nero.

Informazioni turistiche

Città dell’Ucraina meridionale, Odessa, logisticamente parlando, è un importante snodo di grandi linee di comunicazione sia ferroviarie che stradali, oltre ad essere un grande porto commerciale e base navale militare. La configurazione urbana ha un aspetto moderno, fatto di ampie vie regolari e giardini.

Dal punto di vista culturale è sede di varie università, un conservatorio, una ben rifornita galleria d’arte, alcuni musei e biblioteche e un osservatorio astronomico.

Il settore industriale è incentrato soprattutto sul settore chimico, metalmeccanico, navale e petrolchimico. Anticamente Odessa fu colonia greca passata successivamente a Mongoli, Lituani, Polacchi e Turchi.

Nel 1791 fu annessa alla Russia e da quel momento iniziò il suo sviluppo con la costruzione del porto e il collegamento della ferrovia alla rete ferroviaria russa. Questa cittadina dell’Ucraina, situata vicino al mare, è divenuta negli anni una località turistica frequentata, dove le abitazioni sono basse e ben rifinite.

Cosa vedere

Il centro storico di Odessa è molto piacevole da visitare, in quanto si gira bene a piedi, con suggestivi scorci ed edifici di pregio in stile neoclassico.

Teatro dell’opera e del balletto, realizzato in stile rococò francese.

Porticciolo sul Mar Nero, un caratteristico porto del luogo.

Palazzo del Principe Gagarin con al suo interno un giardino con tante specie di piante e una collezione di sculture, opera di autori ucraini.

Piazza Katirininskaja Ploscad, è quella dove si trova la celebre scalinata Potemkinskaja Iestinica, con ben 192 scalini, costruita su progetto di Boffo, un architetto italiano.

Lviv (Ucraina): cosa vedere a Leopoli cipali monumenti e luoghi di interesse, tra cui Monastero delle Grotte, Cattedrale di Santa Sofia, Discesa di Sant’Andrea e museo di Chernobyl. Informazioni turistiche Estesa

Cosa vedere Odessa, itinerario comprendente i principali monumenti e luoghi di interesse di questa città dalla storia antica, situata sulla costa occidentale del golfo Omon sul Mar Nero.

Informazioni turistiche

Città dell’Ucraina meridionale, Odessa, logisticamente parlando, è un importante snodo di grandi linee di comunicazione sia ferroviarie che stradali, oltre ad essere un grande porto commerciale e base navale militare. La configurazione urbana ha un aspetto moderno, fatto di ampie vie regolari e giardini.

Dal punto di vista culturale è sede di varie università, un conservatorio, una ben rifornita galleria d’arte, alcuni musei e biblioteche e un osservatorio astronomico.

Il settore industriale è incentrato soprattutto sul settore chimico, metalmeccanico, navale e petrolchimico. Anticamente Odessa fu colonia greca passata successivamente a Mongoli, Lituani, Polacchi e Turchi.

Nel 1791 fu annessa alla Russia e da quel momento iniziò il suo sviluppo con la costruzione del porto e il collegamento della ferrovia alla rete ferroviaria russa. Questa cittadina dell’Ucraina, situata vicino al mare, è divenuta negli anni una località turistica frequentata, dove le abitazioni sono basse e ben rifinite.

Cosa vedere

Il centro storico di Odessa è molto piacevole da visitare, in quanto si gira bene a piedi, con suggestivi scorci ed edifici di pregio in stile neoclassico.

Teatro dell’opera e del balletto, realizzato in stile rococò francese.

Porticciolo sul Mar Nero, un caratteristico porto del luogo.

Palazzo del Principe Gagarin con al suo interno un giardino con tante specie di piante e una collezione di sculture, opera di autori ucraini.

Piazza Katirininskaja Ploscad, è quella dove si trova la celebre scalinata Potemkinskaja Iestinica, con ben 192 scalini, costruita su progetto di Boffo, un architetto italiano.